Archivi tag: sergio rizzo

Nuovi libri e Fiera del Libro

Ho comprato altri due libri. Stavolta non lo dico colpevolmente, perché mi sto impegnando a smaltire la “coda di lettura” e quindi mi merito (decisamente) questo piccolo acquisto, soprattutto perché entrambi i libri sono arrivati (di fatto) gratuitamente, grazie ai punti accumulati in Feltrinelli.

Immagine di Il mondo di Sergio

Il primo dei due libri è Il mondo di Sergio“, di Mauro Paissan: già solo il fatto che la prefazione sia a cura di Stefano Rodotà sarebbe sufficiente a giusitificare i 16 euro di costo del libro. In più, Paissan è stato ospite di Fazio, sabato sera a “Che tempo che fà”, ed il soggetto del libro mi ha davvero catturato. Si tratta di un libro piuttosto breve (non supera le 200 pagine) che promette davvero bene. Penso che gli farò saltare buona parte della “coda di lettura” e lo attaccherò già nei prossimi giorni.

Immagine di La deriva

Il secondo dei due libri è decisamente più impegnativo, ma non potevo esimermi dall’acquistarlo: si tratta del nuovo libro di Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, “La deriva, con il quale i due autori sicuramente puntano a confermare il successo avuto con “La Casta”. Qualcuno dice che “leggo per farmi male”, ed in effetti a volte il dubbio mi viene, andando a guardare i titolo e la tipologia degli ultimi libri che ho affrontato. Però in fin dei conti, sono convinto che non si possa comprendere il mondo in cui viviamo senza avere gli attrezzi giusti per analizzarlo…

Infine, un piccolo annuncio: domenica 11 maggio io vado alla Fiera del Libro, a Torino, per tutta la giornata. L’idea al momento è di partire presto, andare la in treno, dedicare la mattinata alla visita della Fiera, e poi al pomeriggio partecipare ad una serie di incontri: Carlo Lucarelli e Sergio Rizzo con Gian Antonio Stella. Se qualcuno volesse unirsi al sottoscritto, è naturalmente il benvenuto: non è impossibile che si riesca anche a risparmiare qualcosa, se si riesce ad organizzare una macchinata…

Annunci

Sergio Rizzo, Gian Antonio Stella – La Casta

Immagine di La CastaUn mese tondo tondo. Questo è il tempo che ci ho messo per finire il libro politico dell’anno, “La Casta”. Sicuramente il poco tempo libero, gli impegni di lavoro e la stanchezza che si accumula hanno contribuito a rallentare il mio normale ritmo di lettura, ma una buona mano me l’hanno data lo stile con cui il libro è scritto (una lunga raccolta di fatti e numeri, fin nei minimi particolari) e il contenuto del libro, da ulcera.

Un lungo e (fin troppo) dettagliato elenco dei retroscena della politica italiana, con particolare attenzione ai soldi che i nostri amministratori statali sperperano (o intascano, a seconda dei casi). A tratti sicuramente demagogico, a Stella e Rizzo va sicuramente dato atto di aver sollevato “violentemente” la questione dei costi della politica, al punto che alcuni punti dei programmi sono stati ispirati proprio ai problemi sollevati dal libro.

In generale, come ho letto in alcuni commenti qua e la, è un libro assolutamente da sconsigliare. Da sconsigliare a chi vuole libri facili, a chi vuole preservare il fegato, a chi non si interessa nemmeno un po’ di politica, a chi crede ancora negli ideali, a chi pensa ancora che questo paese possa cambiare, prima o poi.

Commento su Anobii.com:

Un libro difficile. Difficile da leggere (è in fin dei conti un lungo elenco di fatti, persone e cifre), difficile da digerire, difficile da accettare. Consigliato a tutti coloro che si interessano (almeno un po’) di politica e che vogliono uno spaccato realistico (anche se a tratti demagogico) del suo “dietro le quinte”.