Archivi tag: neve

Milano: soli nella morsa del gelo

centrale-milano-neveMi chiedo a cosa serva che la Protezione Civile dirami l’allerta neve giorni prima, quando Milano (con particolare riferimento all’amministrazione cittadina) si comporta come capitato quest’oggi. Con l’aggravante che la neve aveva cominciato a cadere copiosa sin da ieri notte, lasciando quindi tutto il tempo della giornata festiva per rendersi conto della situazione che andava creandosi e consentendo di prendere adeguate misure precauzionali sia a livello organizzativo che logistico.

Invece nulla, Milano ha reagito come al solito quando era mai troppo tardi, o per essere più precisi non ha reagito, lasciando i cittadini in balia degli eventi.

Il sale da spargere sulle strade, tanto per cominciare, era finito alcuni giorni addietro, e nonostante le chiare previsioni metereologiche, si è richiesto “urgentemente” a Savona l’invio di 4 camion carichi di sale solo nella notte di oggi. Inutile dire che la quantità richiesta (o disponibile) era comunque insufficiente e di sale, sulle strade e sui marciapiedi, non ce n’è.
Anche i mezzi spazzaneve sono risultati assolutamente insufficienti: ne ho incontrati giusto tre in tangenziale, alle 9 del mattino e per puro caso. In centro a Milano (la foto allegata fa riferimento al piazzale della Stazione Centrale alle 13:00) la condizione è tutt’ora generosamente definibile “critica”.

Inutile dire che i mezzi pubblici erano completamente bloccati: ci sono volute oltre 4 ore per riuscire a riattivare la circolazione di autobus, filobus ma soprattutto tram e metropolitane. La questione diventa quasi ridicola se si pensa che il sindaco Moratti aveva suggerito nella prima mattinata ai cittadini milanesi di optare proprio per l’uso dei mezzi pubblici, sconsigliando la circolazione privata.

Appare alla luce di tutto ciò ancora più illogica, soprattutto pensando che bastava guardare fuori dalla finestra ieri mattina per rendersi conto di cosa sarebbe successo oggi se non si fosse corso ad adeguati ripari, la scelta di non chiudere le scuole, costringendo ad uscire di casa quei genitori che avrebbero magari potuto prolungare di 24 ore le proprie ferie invernali, restando tranquillamente a casa e agevolando la circolazione automobilistica, notoriamente critica in questi casi (bastano due goccie d’acqua per mettere la circolazione di Milano in ginocchio, figuriamoci mezzo metro di neve).

In tutto questo tempo, l’amministrazione pubblica è rimasta in silenzio, con la chicca del sindaco Moratti che ancora non è arrivata in commissione trasporti (per spiegare cosa sia accaduto stamattina a Milano), causa “neve”.

Solo la giornata festiva del 6 gennaio ha salvato Milano da una seconda giornata come quella di oggi. Le condizioni del tempo nel frattempo non accennano a migliorare: cosa dobbiamo aspettarci per domani?