Archivi tag: camp

Live from Moca 2008 (Day I)

A socket lost in the park Ebbene, eccoci qua, live dal Moca 2008, tranquillamente seduto all’ombra di una delle grandi tende del LAN Space. I nostri eroi (io, Danilo e Corrado) sono arrivati questa notte alle 3:30, dopo un viaggio piuttosto stancante cominciato intorno alle 20:30. Siamo riusciti ad entrare nonostante il parco della ex Caserma Di Cocco fosse blidato e persino prima che, attrezzi da lockpicking alla mano, procedessimo ad aprirci la strada per conto nostro.

Montate le tende in notturna (siano per l’ennesima volta maledetti i sassi nascosti sotto il terreno, nel sottobosco, che piegano i picchetti), fatto un giro a salutare amici e conoscenti (con Montenegro e ghiaccio gentilmente offerti da Ascii e soci), ci siamo molto brutalmente buttati in tenda a dormire.

Gradevole sveglia stamattina fornita dal buon Alexjan Carraturo, che ha optato per una telefonata per chiedere al sottoscritto dove fosse, alle 9:28. Innumerevoli insulti dopo, il sonno era comunque “passato” e pertanto, in piedi, ho accettato caffè e effettuato la mia registrazione all’evento, con tanto di badge e “cospiqua” donazione annessa (come potevo fare diversamente, in tutta coscienza?).

La connettività è “gentilmente offerta” (pare) da un ignaro utente dei palazzi prossimi al parco (per una delle due WAN, per lo meno), recuperata con un’antenna ad alto guadagno che sarà da ripuntare durante la giornata (complice un “impatto” non meglio identificato). Pare si sia anche provato a offrirgli un upgrade gratuito da WEP a WPA, ma alcuni problemi tecnici (non si associava più) ha costretto a desistere dal gentile tentativo.

Da sottolineare la presenza in loco di Capitan Crunch, visto “codare”, “codare”, “dormire”, “codare”, parlare con Mayhem di cibo “morbido”, “codare”.

Prime paranoie da segnalare: posta solo se sotto ssl/tls, niente autenticazioni con password e appunto “ricordarsi di rigenerare tutte le sessioni autenticato con cookie una volta in una rete sicura”, verifica dei tempi di risposta del DNS (che ci vorrà mai a fare spoofing?), arp statico del gateway… come dice qualcuno, “Paranoia is a virtue…”

Annunci

Moca due, Moca uno… hack!

Ebbene si, anche io sarò al Metro Olografix Camp, a Pescara, da giovedi 21 a domenica 24 agosto, in mezzo a tanta bella e simpatica gente del mondo dell’informatica nazionale (e non). Ci andrò in auto, in più che pregevole compagnia: con me ci saranno infatti (zaino, sacco a pelo e tenda bel baule della povera Panda, che macinerà così un altro migliaio di chilometri) bardo e birdack, che posso modestamente annoverare tra i miei più cari amici.

Il secondo Moca della storia (il primo si svolse 4 anni fà, in occasione del decimo compleanno di Metro Olografix) stato annunciato già da qualche tempo (anche se in ritardo rispetto ai bisogni logistici di qualcuno, che si troverà in ferie ben lontano da Pescara, in concomitanza con questo rado evento ;]), ma non c’è giorno che passi senza una qualche sorpresa: l’ultima in ordine cronologico l’ha battuta quest’oggi Mayhem, che (mentre già fervono i preparativi) ha annunciato la presenza alla manifestazione niente popo di meno che di John Draper (alias Captain Crunch).
In più, come al solito, sarà un’ottima occasione per parlare seriamente di informatica e di sicurezza e per rivedere un po’ di amici che sparsi per l’Italia si occupano di questa materia.

Che aspettate a preparare le valigie (e ad iscrivervi)?