Archivi tag: bagnasco

Gentile cardinal Bagnasco…

aldoaldoz via Flickr

aldoaldoz via Flickr

Leggo con stupore (ma forse anche no) le parole del presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il cardinal Bagnasco, che si lancia in una difesa a spada tratta di papa Ratzinger, relativamente alle ultime (e poco felici devo dire) uscite mediatiche. Non mi sarei stupito se il cardinale si fosse limitato a fare esplicito riferimento al caso Englaro, ribadendo posizioni largamente diffuse nella Chiesa (sebbene anche in quel caso non esista, come sappiamo, un’unanimità conclamata), che seppur non condivida personalmente rappresentano un punto di vista per certi versi persino ragionato.

Quello che mi stupisce, è il difendere papa Ratzinger “per partito preso”, senza neppure mettere in dubbio le affermazioni più azzardate che la sua (fervida?) mente ecclesiastico-conservatrice ha partorito: l’idea che l’uso del preservativo non aiuti nel combattere l’AIDS, la remissione della scomunica a 4 vescovi negazionisti, la scomunica dei medici che hanno praticato l’aborto ad una giovanissima ragazzina vittima di violenza sessuale dimenticando invece di scomunicare i violentatori.

Al di la del merito delle singole vincende (di cui eventualmente si potrà approfondire nei commenti), trovo assolutamente delirante porre cieca obbedienza in un uomo, ma soprattutto pretenderla anche da parte della restante parte della popolazione mondiale, mass media in testa.

Qualcuno spieghi a Monsignor Bagnasco che per “stampa internazionale” non si intende il solo “Avvenire”…

Annunci

Uso criminoso della tv

Daniele Luttazzi (L1010983) L’editto bulgaro di Silvio Berlusconi (nonostante questi l’abbia spudoratamente negato quando Biagi, pace all’anima sua, non era più in grado di replicare) è ormai entrato a far parte della storia della satira televisiva italiana. Sicuramente al Cavaliere dava fastidio il comportamento di Santoro, Biagi e Luttazzi che a suo modo di vedere lo bersagliavano sistematicamente con la loro satira.

La cosa divertente è che scopro da un post di Sapetti che anche Bagnasco, poco tempo fà, ha parlato di “uso criminoso dei mass media nei confronti della Chiesa”.
Per analogia, è evidente che alla Chiesa comincia a dar fastidio che i mass media si interessino ai suoi affari: sia per quel che riguarda la satira (Luciana Litizzetto, Luttazzi, Fiorello e Crozza non si fanno problemi a parlare anche della Chiesa) sia per quel che riguarda alcune inchieste giornalistiche, in particolare quella di Repubblica sui loro costi e privilegi (di cui ho parlato recentemente anche da queste pagine).

L’informazione (anche se a volte fatta male) è un qualcosa di cui si deve aver paura (cosi pare almeno), soprattutto per alcuni. Curioso notare ancora una volta come spesso quelli che danno più fastidio siano “i comici”, dalla Litizzetto a Luttazzi, passando per Grillo.

Curioso, davvero curioso.