Il governo del controsenso

Foto via Flickr

Foto via Flickr

Quello che abbiamo attualmente in carica è decisamente il governo del controsenso: si vuole agire per risolvere il problema dell’immigrazione clandestina e tutto ciò che si finisce con il fare è rendere ancora più illegale la condizione di coloro che vengono in Italia per lavorare e comportarsi onestamente. Si sbandiera il taglio dell’ICI (il fatto che fosse stato fatto dal governo precedente è un altro discorso) e la Social Card, ma poi le tasse sono aumentate, a braccetto con la crescita più bassa dal 1993. Si vuole agire per la sicurezza dei cittadini e si tagliano i fondi alle forze dell’ordine, dopo aver messo l’esercito nelle città (senza aver chiaro in mente a cosa serva, per altro). Si strombazzano in pompa magna azioni legislative per contrastare la violenza sulle donne (naturalmente solo in seguito all’ennesimo caso di stupro di strada) ma collateralmente ci si dimentica che il 70% degli stupri avviene in famiglia da parte di familiari, che un altro 5-10% avviene da italiani su straniere e che infine il primo campo d’azione sarebbe quello di sovvenzionare i centri anti-violenza, per consentire un recupero psicologico del trauma subito.

Nel frattempo, gli italiani dormono beati e tranquilli, occupandosi principalmente della sconfitta contro il Brasile o del “attesissimo derby” di Milano.
Tutto questo mi mette decisamente fiducia nel futuro…

Annunci

2 pensieri su “Il governo del controsenso

  1. molok

    Siamo governati da demagoghi, che usano i sondaggi per prendere le decisioni; quindi se il romeno di turno stupra una povera ragazza, la soluzione è negare i domiciliari agli accusati di questo reato, invece di cercare di migliorare la Giustizia per arrivare ad una sentenza definitiva più velocemente.
    Lo stesso Governo che come risposta alla pubblicazione delle intercettazioni sui media, limita la possibilità dei magistrati di effettuare le intercettazioni.
    Lo stesso Governo che per rispondere alla domanda di sicurezza, legalizza le ronde padane, ignorando il parere contrario delle forze dell’ordine, ma che poi taglia i fondi a quest’ultime.
    Lo stesso Governo che dichiara di avere tolleranza zero verso i clandestini, ma che decide di limitare le regolarizzazioni; se almeno fossero coerenti (non che sia un’ottima idea, per carità) avrebbero dovuto espellere tutti coloro che hanno fatto richiesta di regolarizzazione, ma a cui è stata negata, perché sono “clandestini”. Hanno nome e indirizzo di residenza…

    La cosa peggiore è che non è salito al potere con un golpe, ma è stato eletto…

    Rispondi
  2. Petra

    ciao, sono arrivata al tuo blog cercando le mie foto, a proposito ti ringrazio per averla “linkata” alla mia pagina flickr.
    condivido tristemente quello che scrivi… infatti la foto si intitola “piove. governo ladro.”
    … e speriamo che prima o poi smetta.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...