Prostitute: ma i clienti chi sono?

DSCN1594Quante volte, passando di notte per qualche viale di periferia sui cui marciapiedi passeggiano tranquille numerose ragazze semisvestite, me lo sono chiesto. Quante volte Laura mi ha chiesto se mi fosse possibile anche pensare all’eventualità di abbordarne una. No, la risposta è decisamente no. Per tanti motivi che non starò qui ad elencare, anche perché penso che siano gli stessi per la stragrande maggioranza degli uomini. Eppure il mercato della prostituzione è uno dei più fiorenti da sempre. Com’è possibile? Chi son, che faccia hanno, che lavoro fanno gli uomini che “vanno a puttane”? A dare una risposta a questo atroce dilemma (rischiavo davvero di non dormire, stanotte!) ci pensa un sondaggio pubblicato ieri dal Corriere della Sera, mentre a fornirci una stima dei clienti italiani delle “donne allegre” ci pensa il Dipartimento per le pari opportunità della presidenza del Consiglio, che parla di 9 milioni di uomini.

Al di la dei dati riportati dal sondaggio (tutti abbastanza scontati, maggioranza di single e divorziati, prostitute quasi sempre dell’est…), è proprio sulla cifra dei 9 milioni, che vorrei farmi due domande.
L’Italia ha (meno di) 60.00.000 di abitanti (di cui 30.000.000 elettori di Berlusconi, ma questa è un’altra fiaba). Metà di questi abitanti sono donne, difficilmente andranno a donne allegre di notte (e la percentuale che lo fa si elide con quella maschile che… tralasciamo). Dei restanti 30.000.000 di abitanti, una buona metà sono bambini/giovani ed anziani/decrepiti, che quindi difficilmente andranno a donne allegre di notte. Ora, dei 15.000.000 rimanenti, 9 vanno a puttane (alla facciazza!).

Ora, senza voler sembrare cinico: io non vedo la coda sul ciglio della strada, a notte fonda… Non è che abbiamo sbagliato le moltiplicazioni? O forse si cerca di nascondere “nel mucchio” alcuni parlamentari pizzicati negli ultimi mesi a frequentare le simpatiche signorine dei marciapiedi?

Annunci

3 pensieri su “Prostitute: ma i clienti chi sono?

  1. Birdack

    Uhm…a mio giudizio guardando banalmente le leggi del mercato…visto in quantitativo di prostitute che girano per strada la domanda deve essere piuttosto alta…e visto che il tempo di carico di una signorina e’ di certo maggiore di quello di utilizzo direi che come cifra non va’ molto lontana….poi bisogna vedere se quella cifra rientra chi e’ andato solo una volta, chi saltuariamente e chi abitualmente…

    Pero’ realmente a giudicare dalla quantita’ sembra veramente alta la richiesta….e la cosa mi preoccupa…siamo veramente finiti a dover pagare per farlo…e’ il divertimento della conquista dove cazzo lo si mette…voglio dire proprio il piacere di sapere che piaci che l’altro e’ attratto da te dovrebbe essere la parte bella di tutto…ma i soldi come punto di interesse mi sembra quanto mai squallido…

    (PS CHE COMMENTO BANALE!!)

    Rispondi
  2. Stefano B

    Giak!!!

    “che faccia hanno” si scrive con l’ H….bestia !!! :p (seconda riga sotto la foto)
    Comunque riguardo quello che hai scritto sono d’accordo con te…..in fondo restera sempre un misterio la identita degli uomini, e sempre sara….ci sara’ pur una ragione per la quale il mestiere delle donne di compagnia è il più antico del mondo, o no!? da sempre gli uomini (alcuni) sentono la necessita di andare con le prostitute e difficilmente questo cambiera.

    A presto giak!!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...