Un viaggio dentro… oggi

– Giacomo… Giacomo… è ora di alzarsi… – Mh… uh? 6:45… mmmmmmh… – Dai che facciamo tardi… – Ancora cinque minuti… uff… e poi fuori fa freddo… devo pure prendere la moto… e se mi fingessi malato? Tanto gira l’influenza in questi giorni, il naso è già tappato… ma no, devo accompagnare Laura al lavoro, poi fa tardi… forza, in piedi… brrr… che freddo… ci vorrebbero delle resistenze sotto il pavimento del bagno, giusto per scaldarlo… e poi a che ora lo faccio partire, che non mi sveglio mai alla stessa ora… uff, pazienza… ma come cavolo è che il calcare tappa cosi rapidamente il rubinetto? Ma è mai possibile? Fanc… uso quello di Laura. Guarda come esce bene l’acqua da qui! Calda pure! Aaah… che bello… e mo’ chi toglie piu le mani da sotto il getto? Mentre lavo i denti una mano sotto il getto una sullo spazzolino, poi scambio… vestiti… dove ho messo la cintura? C’era, mi ricordo… non è questa, questa ha i ghirigori… vabbeh, andrà bene anche questa, tanto è invernci sono 9 strati di vestiti sopra, chi vuoi che veda che ha i ghirigori… ah no, eccola. Perfetto… Guanti? Sciarpa? I gatti hanno mangiato? I quaderni! Vuoi vedere che non prendo appunti manco oggi. – Amoreee!! – Uff, ma dove cavolo… Lau!! Dove sono i quaderni!! – Sulla mensola! – Ah, già, eccoli. Ottimo. Casco, guanti, bauletto, via. Brr, che freddo… la giacca a vento protegge ancora bene… dovrò comprarmi quella apposita, ma 120 euro sono davvero tantini, aspetterò ancora… che poi il problema maggiore è il collo… e le gambe… – Amore puoi frenare un po’ meno violentemente? Ho freddo alle mani non mi sto tenendo… – Ok ok… Ma se sto str* continua ad andare in questo modo, come faccio a non inchiodare? Gli apro la fiancata come un apriscatole la prossima v… OH!! Ma che c* fai!! Uff… Milanese… 7:30, perfetto orario… Ciao amore, buona giornata… Certo che senza passeggero sta moto schizza davvero… il bavaglio sul naso aiuta parecchio… gli spifferi del casco sono decisamente attenuati… rimangono a gelare solo le gambe, dovrò comprarmi quall’affare paravento che ha questo qui con l’Ovetto… mi pare scomodo però… Che casino c’è stamattina… già alle 7:45… Uff… mi fai passare? Ecco, bravo, sta fermo li… Pompieri, mo questo si spaventa sentendo la sirena e mi viene addosso… Oh! Attento! Bah… l’avevo detto… mancava solo che mi toccasse… Dove parcheggio? Li dove ci sono le biciclette c’è il paletto per attaccarci la catena… posso? Si, sul cartello c’è l’indicazione, quindi io la metto qui e se qualcuno non è d’accordo mi dispiace per lui. Aria… mi si sono appannati gli occhiali, dannazione… il bavaglio me lo tengo addosso, i guanti li cambio metto quelli di lana. Quaderni, libro che tanto ho le prime due ore libere… chissà quando il prof di analisi ci dirà quando cominciano i laboratori… sarebbe anche utile da sapere… Ho guardato anche ieri sul sito ma non c’è ancora nulla… non vorrei l’avesse detto ieri a lezione, giusto quando non c’ero… però lo scriverà anche sul sito, tra gli avvisi, figurati… che poi le matricole non si ricordano mica in che orario sono finite… figurati poi se me lo ricordo io… Ho bisogno di caffeina… scendo al bar… 1.05? Aspetti che ho i 10 centesimi… La retta, dannazione… devo ricordarmi di chiamare mamma per dirle di mandarmeli giù… che li pagherei anche volentieri di per me, ma come faccio? Tra un po’ arriviamo a 2000 euro all’anno… vediamo un po’… l’aquario apre alle 8:30… ancora mezz’ora… che poi non posso leggere il mio libro? Si… sono proibiti i giornali… bah… faccio un salto in CDC a leggere la posta… vecna ha scritto crittografato… come cavolo leggo dalla webmail? Bah… quando torno a casa gli rispondo… 9:00… vediamo se riesco ad andare in acquario a leggere un po’…

Edit ore 22:39: mi ero riproposto, una volta tornato a casa, di terminare questo breve esperimento letterario, inserendo la restante parte della giornata. Ma dopo 8 ore di università, la spesa, la cena, il lavoro di organizzazione del LinuxDay… avrei finito con lo scrivere troppo (e sono stanco). L’esperimento quindi termina cosi, tanto il suo perchè ce l’ha già 🙂

Annunci

Un pensiero su “Un viaggio dentro… oggi

  1. k22

    Vivendo anche solo da poco a Milano, capisco perfettamente lo stress insito in questo post 😀
    ‘njoy e buon proseguimento

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...