Perchè la Royal perderà le elezioni (sigh)

Forse mi daranno del pessimista, ma a volte è meglio mettere da parte i sogni, e cercare di interpretare la realtà, per brutta che sembri. Naturalmente, va detto che quando si prevede il futuro (fortunatamente) non si è mai in grado di fare affermazioni assolutiste, perchè va sempre tenuto in conto il fato, che quando ci mette lo zampino è capace di stravolgere tutto, fornendo soluzione inaspettate ed imprevedibili a problemi fino a pochi istanti prima apparentemente insormontabili.

Veniamo allora al dunque, cominciando dall’analizzare il risultato del primo turno delle elezioni presidenziali francesi. Il primo dato, positivo, che salta agli occhi, è l’elevatissima affluenza alle urne, che ha sfiorato l’85%. In Italia quanto tempo è che non vediamo un’affluenza simile? L’abbiamo mai vista? Probabilmente no, ma d’altra parte non siamo i francesi, sotto molti, moltissimi aspetti (fortunatamente, in molti casi :P).

Entrando nel merito dei risultati elettorali, le cose da dire sono diverse. Prima di tutto, va dato atto che l’elettorato francese di centro-sinistra ha in buona parte imparato la lezione delle ultime presidenziali, in cui un “dispetto” a Jospen portò al ballottaggio Le Pen al posto del candidato del centro-sinistra. Fortunatamente l’episodio non si è riproposto, nonostante quella della Royal non fosse una candidatura condivisa da tutto l’elettorato. Le Pen, per altro, ha preso una sonora facciata che ne abbasserà (mi auguro) i toni: trovandosi per le mani quasi 6% in meno di quanto previsto dai recenti sondaggi, non può che ammettere la sconfitta di una campagna elettorale imperniata sulle tematiche nazi-fasciste e xenofobe dell’estrema destra.

Per Ségolène Royal inoltre, raggiungere al primo turno il 25.8% dei voti è un ottimo risultato, anche se abbondantemente annunciato dai piu recenti sondaggi. Qui però terminano le buone notizie: Sarkozy infatti non fatica molto a raccogliere il suo 31% di voti, che ne fanno il candidato principale per la corsa all’Eliseo. Se a questo aggiungiamo il fatto che l’elettorato di Bayrou, il centrista vera rivelazione di questa campagna elettorale, è un elettorato essenzialmente di centro-destra e quindi piu propenso a votare per Sarkozy che per la Royal, ecco che la frittata è fatta.

Se volessimo fare due conti, pensando ottimisticamente che il 18% di Bayrou vada a dividersi equamente sui due schieramenti, e che la sinistra voti compattamente per la Royal, le percentuali risultanti sarebbero:

Ségolène Royal: 25.8% (Royal) + 4,1% (Besancenot) + 1.3% (Bové) + 1.9% (Buffet) + 1.3% (Leguiller) + 0.3% (Schivardi) + 1.6% (Voynet) + 9.2% (Bayrou) = 45.5%
Nicolas Sarkozy:
31.1% (Sarkozy) + 1.2% (Nihous) + 10.5% (Le Pen) + 2.2% (De Villiers) + 9.2% (Bayrou) = 54.2%

Per colmare un simile distacco, la Royale dovrà davvero tirare fuori il coniglio dal cilindro, cosa per altro che potrebbe non bastare.

Annunci

3 pensieri su “Perchè la Royal perderà le elezioni (sigh)

  1. gizm0

    Perché nel tuo calcolo la destra xenofoba di Le Pen voterebbe in massa per Sarkozy, che oltre a essere di origini ungheresi (straniero) è anche, per i lepenniani, fautore di una politica che non ha cambiato le cose in Francia (basta sentire il discorso di Le Pen di domenica sera, che indirizzava precisamente verso l’astensionismo)? Chi lo dice che le 6 sinistre supporteranno in tutto e per tutto la Royal piuttosto che astenersi? Mesi fa si incazzarono per la deriva centrista del PS e giudicarono la Royal incapace di unire le forze di sinistra. Perché i cacciatori/pescatori non dovrebbero invece votare divisi tra Sarko e Sego, come è probabile? Perché, infine, l’elettorato di Bayrou dovrebbe scegliere perforza, al 100%, il “meno peggio”, e dividendosi peraltro in due parti esattamente identiche? Io confido troppo nell’intelligenza dei francesi per pensare che come qui in Italia branchi di votanti si esprimano a favore di quel che sembra loro “meno peggio”: se come dicono i recenti sondaggi i transalpini si dicono preoccupati del declino della Francia, perché dovrebbero scegliere l’alternativa meno catastrofista invece di dare un chiaro segnale, astenendosi in toto?

    Rispondi
  2. alt-os Autore articolo

    Tutte le considerazioni che fai sono assolutamente valide. Come dicevo nel post, solo il tempo darà ragione o torno a congetture e calcoli, che saranno per altro influenzati dagli assi che i due candidati sapranno tirare fuori dal mazzo.
    Il mio calcolo era “giustificato” dall’idea che prendendo un insieme sufficientemente grande di eventi, è piu probabile che eventi opposti si annullino vicendevolmente. Magari non sarà cosi 🙂
    Non credo, peraltro, che i francesi si asterranno. Proprio perchè confido nella loro intelligenza 🙂

    Rispondi
  3. Leonardo Vaghaye 'Milo Cutty'

    Già, i francesi non si asterranno.
    Per (s)fortuna (perché un’astensione avrebbe avvantaggiato la Royal).

    Non credo che il distacco sia così forte come da te ipotizzato, ma purtroppo sono portato anche io a pensare che Sarkozy avrà inevitabilmente vinta. In ogni caso l’elettorato del centrista Bayrou credo si possa spostare più a sinistra che a destra sinceramente, anche considerando il dibattito pubblico che ci sarà tra la Royal e Bayrou e il progetto a medio-lungo termine di un Partito Democratico francese, che percorrerebbe un percorso insolito (da centro verso sinistra) ma cmq auspicabile.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...